Categorie

Produttori

Speciali

Fornitori

Nessun fornitore

Commenti recenti

  • www.pharmaceptica.com
    sildenafil 100 mexico https://pharmaceptica.com/
  • privetpackldtwowti https://yandex.ru/
    privetpackldtwowti https://yandex.ru/
  • avana
    buy avana uk avana drug
  • avana
    avana india avanafil vs cialis
  • ihucakouhi
    http://slkjfdf.net/ - Atuwii Gujitao...
Streaming live su Facebook con Wirecast - Social Streaming
30
Mar
0
Blog Home
Streaming live su Facebook con Wirecast - Social Streaming

Tutorial su come fare uno streaming live su facebook con un software professioanle: Wirecast

Il metodo forse più semplice per fare uno streaming su Facebook Live è utilizzare l\'app di Facebook sul mobile, ma non è necessariamente il migliore. A giugno 2016, Facebook ha lanciato "Live API" così da permettere a qualsiasi tipo di azienda o sito di trasmettere la propria diretta su Facebook.

Telestream con Wirecast è stata la prima azienda ad usufruire di questa opportunità offrendo un servizio in collaborazione con Facebook: API live. Utilizzare Wirecast come software di codifica e produzione live streaming aumenta notevolmente la qualità dei live streaming su Facebook. E soprattutto consente di svincolarsi dalla limitazioni del telefono.

Con Wirecast Le prestazioni sono notevolmente maggiori: per le proprie trasmissioni è possibile utilizzare più telecamere professionali, microfoni, titoli, elementi grafici e altre risorse multimediali.

Con Wirecast lo streaming live è più semplice su pagine, profili, gruppi o eventi di Facebook.

Tutorial

Assicurarsi che la propria velocità di upload sia almeno di 2 Mbps stabile ma sarebbe consigliabile di 4-5 Mbps. E’ il fattore più importante per il live streaming. Se la larghezza di banda di upload è insufficiente, significa perdere in partenza. E’ la velocità di upload che conta, non il download. Anche se si ha un download a 200 Mbps, con un upload a meno di 2 Mbps, non si trasmette in live.

Per verificare la velocità è possibile utilizzare gli indirizzi www.speedtest.net o testmy.net dal computer (e dalla posizione) da cui si intende fare lo stream. Se dopo diversi test non si riesce ad ottenere una velocità costante di upload di 2-4 Mbps +, non è possibile trasmettere in streaming su Facebook Live - o almeno non bene, e non in modo coerente.

Step 1. Preparare i contenuti

Aprire Wirecast e configurare come si desidera shot, fotocamere, sorgenti e titoli.

Step 2. Scegliere la destinazione

Selezionare dalla barra del menu Output, quindi, Output Settings. Nella finestra di dialogo Output Settings scegliere Facebook Live. E’ possibile anche utilizzare il comando veloce: Command Y.

Step 3. Scegliere Facebook come destinazione.

Se precedentemente non si è aggiunta nessuna destinazione, Wirecast chiederà di selezionare una destinazione per l’output. Dal menu scegliere Facebook Live. Le destinazioni per lo streaming Internet (Youtube, Facebook Live, ecc.) sono in ordine alfabetico. In caso Facebook non apparisse nell’elenco selezionare il tasto More accanto al menu per vedere la lista completa. Per poter visualizzare Facebook live fra le destinazioni bisogna utilizzare la versione 6.0.7 o le successive di Wirecast.

Step 4. Accedere al proprio account Facebook

Si aprirà la finestra Output Settings. Sul campo Name è possibile lasciare l’impostazione Not configured. Se si prevede un utilizzo frequente del documento o di aggiungere altre destinazioni di output è possibile implementare il campo.

Cliccare su Authenticate, inserire il nome utente e la password del proprio account Facebook. Se si pensa di utilizzare regolarmente l’account per lo streaming live selezionare la casella Keep me logged in to Wirecast posizionato sopra il pulsante Login.

Se l\'accesso è stato effettuato correttamente, il proprio username Facebook apparirà nel box Keep me logged in to Wirecast.

Step 5. Inserire un titolo, una descrizione e scegliere il luogo dove eseguire lo streaming

Il titolo dovrebbe essere breve e possibilmente descrittivo. I titoli non appaiono sul proprio feed di Facebook durante lo stream live, ma vengono visualizzati nella pagina dei propri video quando l’utente seleziona la modalità full screen per guardare lo streaming. L’incipit della descrizione è, in un certo senso, ancora più importante del titolo. Perché appare nel proprio feed sopra il video ed è il primo testo che gli utenti di Facebook vedranno durante il live streaming.

Cominciare la descrizione con una frase incisiva è sicuramente quindi un buon modo per catturare l’attenzione degli utenti. Selezionare la Pagina, il Gruppo o l\'Evento che si desidera trasmettere in streaming utilizzando le caselle posizionate nella sezione Post to. Se si dispone di una Verified Page è possibile utilizzare funzionalità aggiuntive come il campo With che consente di trasmettere contenuti sponsorizzati o del brand su Facebook Live.

Step 6. Impostare la propria privacy e (Facoltativo) Inserire la propria posizione

Il campo Privacy, di default, è impostato su Public. Ma è possibile limitare la disponibilità del live stream solo ai propri amici o a se stessi.

Non è necessario inserire una posizione nel campo Places. Ma se si sceglie di implementarlo lo streaming potrebbe apparire sulla mappa live di Facebook .

La mappa live offre maggiori opportunità che la propria trasmissione possa essere vista da nuovi spettatori. Tuttavia, non viene garantito che tutti gli stream siano visualizzati. Solo Facebook conosce le regole che lo governano, ma di certo il tagging di una posizione aumenta le probabilità che sia inserito. L\'elenco è intelligente (predittivo), quindi troverà le posizioni che altri utenti di Facebook hanno già taggato. Ma è possibile anche inserire luoghi nuovi.

Step 7. Scegliere il tipo di streaming

E’ possibile scegliere tra un tipo di stream Regular o Continuous. La differenza sta nella quantità di tempo in cui Facebook consente di eseguire lo streaming e se questo viene registrato su Facebook e reso disponibile on-demand in un momento successivo. Con l’opzione Regular Facebook registra lo stream e consente di effettuare uno stream della durata di massimo 4 ore consecutive. Scegliendo Continuous, invece, è possibile eseguire lo streaming per un periodo di tempo illimitato, ma la trasmissione non verrà registrata per essere visualizzata on-demand.

Step 8. Impostazioni di codifica

Con le impostazioni date di default non dovrebbe esserci nessun problema se il computer dispone di almeno un processore quad-core. Anche se non è necessario modificare il campo, comunque nel tutorial verranno date delle informazioni sulle impostazioni, in modo che possano tornare utile in futuro. Facebook è abbastanza rigido sulle dimensioni e qualità per i video live tramite l\'API Live. Consente (o consiglia) solo video HD 720 in 30 frame o 60 frame al secondo. Per l’impostazione di default, Wirecast si limiterà alle impostazioni preferite da Facebook. A seconda dell\'hardware del proprio computer, si vedranno dalle 2 alle 6 diverse opzioni di codifica basate su queste impostazioni. Nello screenshot viene mostrato che si è scelto tra x264 e Apple H.264. Su Windows, si potrebbe vedere Quicksync o NVENC oltre a x264.

x264 utilizza l\'unità di elaborazione centrale (CPU) del computer per eseguire tutta la codifica. Talvolta viene chiamata "codifica del software". In genere consente al computer di prendere decisioni più "intelligenti" sulla scelta di quali informazioni includere e quali eliminare, sulla codifica del flusso video e gli permette di mantenere una qualità migliore: rapporto dimensione (bitrate).

Apple H.264, Quicksync o NVENC utilizzano invece i chip sulla scheda grafica, nota anche come GPU (Graphics Processing Unit), per codificare e comprimere il video. Qualora questi chip non si possedessero l’opzione non verrà visualizzata. Quicksync è realizzato da Intel e viene fornito con molte CPU che hanno una scheda grafica integrata (su Mac si chiama Apple H.264). Invece NVENC è realizzato da NVIDIA ed è disponibile se nel computer è installata una scheda grafica NVIDIA. Viene chiamata codifica hardware o codifica accelerata GPU. Utilizzare la codifica hardware permette di rendere disponibili CPU per altre attività. Il compromesso da accettare è che se il bitrate sarà più alto, la qualità potrebbe non essere altrettanto buona. Fortunatamente comunque raramente c’è una differenza così evidente.

Se si sta eseguendo lo streaming di contenuti dinamici con un movimento veloce e con tanti effetti o cambi di scena per ottenere massimi prestazioni è possibile confrontare la qualità codificata dell\'hardware con la qualità codificata del software. Se vogliono si hanno CPU core e si dà valore alla propria larghezza di banda, allora la codifica del software potrebbe essere la soluzione giusta; comunque, per la maggior parte degli scenari di streaming, la codifica hardware è più che sufficiente. Non tutte le opzioni di codifica hardware consentono di essere utilizzate contemporaneamente per più attività. Quindi, ad esempio se si utilizza l\'hardware per la codifica Facebook Live 720p, potrebbe non essere possibile usarlo anche per la registrazione su disco.

Se si prevede di registrare una copia locale dei propri contenuti, specialmente se è in HD 1080p, è possibile che si desideri salvare l\'opzione di codifica hardware per tale operazione (vedere lo Step 10) e non utilizzarla per la codifica Facebook 720p più piccola.

Step 9 Cliccare il tasto Create

Dopo aver settato tutte le altre impostazioni, cliccare il tasto Create. Saranno inviate tutte le informazioni che si sono inserite su Facebook e il live streaming sarà pronto per iniziare. Se l’operazione avrà successo Facebook restituirà un indirizzo RTMP nella parte inferiore della finestra Output Settings. Nota. Ogni volta che si cambia impostazione si deve cliccare il tasto create. Inoltre, se si desidera, è possibile implementare il campo Stream Delay. La funzione creerà un "buffer" sul proprio computer che aggiungerà un ritardo nella visualizzazione. Nel 99% dei casi questa impostazione non è necessaria e nemmeno vantaggiosa poichè consuma più risorse del computer che potrebbero essere utilizzate diversamente. Tanto più che Facebook ha già di suo un delay tra i 5 e 10 secondi, quindi non c’è bisogno di aumentarlo.

Step 10. Impostare una registrazione (opzionale) e cliccare su OK

Se non si è scelta l’opzione per uno stream continuo, Facebook registrerà fino a 4 ore. Si potrebbe voler registrare una copia in locale per utilizzarla successivamente, ad esempio, per caricarla su Youtube. Anche perchè sono stati segnalati anche dei bug che non hanno permesso agli utenti di Facebook di scaricare una versione HD ma solo versioni SD, dei loro video dal manager video di Facebook. Se si desidera registrare una copia locale, cliccare sul tasto Add, posizionato in basso a sinistra. Quindi, selezionare Record to Disk – MP4 dal menu.

Non è consigliabile registrare in MOV a meno che non si disponga di una quantità di storage molto grande, la propria trasmissione sia estremamente breve o si voglia in seguito poter modificare su Premiere o Final Cut Pro. La procedura per la creazione di una registrazione è molto simile a quella degli step precedenti. Selezionare una dimensione / qualità di codifica (in questo caso si hanno molte più opzioni, ma per sicurezza è possibile scegliere di utilizzare i valori impostati di default). Scegliere una posizione in cui si desidera salvare il file MP4 e dare un nome. E’ anche possibile utilizzare alcune opzioni di auto-denominazione.

Sia che si scelga di aggiungere o meno una registrazione, l\'ultimo passaggio nella sezione Output Settings comporta comunque cliccare sul tasto OK. Scegliendo OK si conferma a Wirecast di mantenere tutte le impostazioni e le destinazioni appena configurate. Cliccando su Cancel, si dovranno ripetere gli step precedenti.

Step 11. Salvare e registrare

A questo punto, consigliamo vivamente di salvare il proprio documento Wirecast. Wirecast ha un crash recovery, ma non fa comunque male essere più sicuri. Se si vuole essere completamente tranquilli si può salvare il documento, duplicarlo e memorizzarlo su un altro dispositivo. Una volta salvato, si può cominciare la produzione live. Per iniziare la registrazione cliccare sul tasto Rec posizionato nella parte superiore di Wirecast. Quindi, selezionare Stream per lo streaming su Facebook.

Step 12. Controllare le proprie metriche di output.

Il proprio stream e i tasti di registrazione saranno verdi se non ci sono problemi, altrimenti, lampeggeranno in giallo, arancione o diventeranno rossi. Uno dei maggiori vantaggi nell’utilizzare Wirecast è che permette di avere molte informazioni sul rendimento dello stream, del proprio computer e persino di monitorare il numero degli che guardano, commentano e attribuiscono like su Facebook.

Assicurarsi che la frequenza dei fotogrammi sia stabile e che la CPU del sistema rimanga al di sotto del 70%. Se uno di questi fattori oscilla troppo vuol dire che il proprio sistema non è in grado di supportare la gestione dell’attività. Un altro luogo dove poter avere informazioni dettagliate sul proprio stream è il pannello Output Statistics. Selezionare Output, quindi Show Statistics si visualizzerà in tempo reale un grafico dove verranno mostrate molte più informazioni. Inoltre è possibile rappresentare graficamente i propri spettatori.

Wirecast è il modo migliore per trasmettere su Facebook Live poiché offre la migliore integrazione possibile con l\'API di Facebook Live rispetto a qualsiasi altra soluzione.

Software Wirecast

Leave your comment